NOVARA: TENTA DI STRAPPARE LA PISTOLA AD UNA GUARDIA GIURATA

Condividi sulla tua pagina social
pistola
pistola

Durante un alterco con un cittadino extracomunitario, M.C. aveva cercato di strappare con la forza l’arma in dotazione individuale ad una guardia giurata che era sopraggiunta per far da pacere tra i due litiganti. La lite, scaturita per futili motivi, seguiva un precedente alterco avvenuto alcuni giorni prima nel quale l’extracomunitario aveva avuto la peggio ed era dovuto ricorrere alle cure mediche in ospedale. Il nuovo incontro, casuale, per le vie di Novara aveva scatenato la nuova lite dai contorni inquietanti: M.C.,infatti, preso dall’ira aveva cercato di strappare la pistola che una guarida privata giurata portava al seguito. Fortunatamente M.C. non riusciva nel proprio intento per la pronta reazione della guardia privata. All’arrivo di un collega del vigilante M.C. si dava alla fuga facendo perdere le proprie tracce. Le immediate indagini avviate da Volanti della Polizia di Stato e Squadra Mobile permettevano di identificare compiutamente i due litiganti, entrambi tossicodipendenti pregiudicati. Veniva ricostruita, così, l’intera vicenda ed il gesto, folle, di M.C. che, forse in preda a sostanze stupefacente, aveva cercato di prendere, per poi, utilizzare un’arma da sparo. L’attività investigativa ed i gravi indizi raccolti su M.C., riconosciuto sia dalla guardia particolare giurata che dall’aggredito, portavano all’emissione, da parte del GIP di Novara, della misura cautelare personale della custodia in carcere. M.C., 38enne novarese, pluripregiudicato per reati contro il patrimonio e legati al consumo di sostanza stupefacente, privo di dimora stabile, disoccupato, veniva arrestato ieri dagli uomini della Mobile ed associato in carcere. L’arrestato, tra l’altro, aveva recentemente già manifestato la propria indole violenta allo stadio, nella curva dei tifosi del Novara; proprio per il suo comportamento aggressivo e intimidatorio era stato emesso un DASPO nei suoi confronti. Al vaglio della Divisione Anticrimine della Questura, ora, vi è l’adozione di una misura di prevenzione personale a suo carico.