Nuova stazione mobile dei Carabinieri di Novara

Condividi sulla tua pagina social

IMG-20160314-WA0004Da alcuni giorni l’Arma di Novara ha incrementato la presenza e la prossimità al cittadino  grazie al rinnovato utilizzo della Stazione Mobile.

La Stazione Mobile è un automezzo  autonomo che offre lo stesso servizio della Stazione Carabinieri capoluogo ma con maggiore contatto con le persone.

Radiocollegata, in grado di eseguire tutti gli accertamenti al terminale grazie alla dotazione  del sistema ODINO (. consente a chiunque di sporgere denuncia senza dover  attendere i tempi delle sale d’attesa . Inoltre  eseendo collocata nelle aree di maggiore aggregazione  consente ai militari di avere un contatto diretto con la gente  eseguendo , nel contempo la normale vigilanza.

IMG-20160314-WA0003Al momento le aree dove la Stazione Carabinieri è maggiormente collocata, d’intesa con le richieste dell’amministrazione comunale e della Prefettura, sono:

  • la stazione ferroviaria nelle prime ore del mattino per fornire  assistenza durante il momento di arrivo dei pendolari novaresi;
  • il mercato coperto di Viale Dante con particolare riguardo ai giorni di Lunedì, Giovedì e Sabato quando, di mattina  vi è l’apertura maggiore  e la massima affluenza di persone;
  • il centro commerciale San Martino nel periodo pomeridiano  in prossimità delle ore di pranzo accogliendo con favore il servizio svolto dai Carabinieri

Accogliendo con favore  l’iniziativa,  l’Amministrazione Comunale  e la direzione del Centro Commerciale San Martino hanno  installato una postazione fissa ove La Stazione Mobile può ricevere energia elettrica senza dover attivare il gruppo elettrogeno.

IMG-20160314-WA0002E le occasioni di intervento non sono mancate.  Molti cittadini hanno approfittato della Stazione Mobile per  sporgere denuncia di smarrimento  di documenti  o oggetti personali. Altri hanno richiesto  informazioni sulla nuova normativa relativa alla detenzione delle armi da fuoco. Un Signore  di 65 anni  non riusciva a trovare la moglie nella confusione del mercato  e ed un altro  temeva di aver perso la figlia. Entrambi  completamente nel panico hanno chiesto ai Carabinieri di aiutarli nelle ricerche.

Grazie ai controlli al terminale, Giovedì 3 marzo un mendicante  è stato scoperto al Mercato Coperto privo del permesso di soggiorno ed è stato espulso in Albania. Il giorno successivo, Venerdì 4 marzo, due minorenni sono stati fermati alle casse dal personale di vigilanza del negozio PITTAROSSO sono stati accompagnati alla Stazione Mobile  e consegnati ai Carabinieri per l’affidamento ai genitori e la segnalazione alla procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minorenni di Torino

Ieri, su attivazione di un occasionale passante, il personale della Stazione Mobile ha proceduto anche al rinvenimento di una pistola sulla quale si stanno conducendo indagini accurate.  E’ di questi momenti la notizia che  proprio su una parte della canna è stata rinvenuta una impronta digitale utile alla comparazione  per il Sistema SPIS. IL servizio di dattiloscopia del RIS di Parma saprà ora dirci a chi appartiene.