OVEST TICINO – INSEGUIMENTO E MANCATO FERMO

Condividi sulla tua pagina social
Polizia di Stato

Polizia di Stato

Al fine di prevenire furti e rapine in vialla, in particolare nell’Ovest Ticino, la Questura, su disposizione del Questore Sarlo, ha predisposto un’articolata attività di controllo a mezzo di auto civetta della Squadra Mobile. Proprio nell’ambito di tali controlli sabato sera, a Oleggio, il personale della Mobile notava una Lancia Y, con due persone a bordo, che circolava lentamente. La vettura destava da subito i sospetti dei Poliziotti che decidevano, così, di seguirla per monitorarne i movimenti e controllarne la targa. Gli immediati accertamenti consentivano di appurare che l’auto risultava provento di furto denunciato venerdì a Busto Arsizio (VA). Gli operatori, quindi, decidevano di fermare il mezzo ma gli occupanti si davano ad una folle fuga per strade sterrate del parco del Ticino ove abbandonata l’auto si davano a precipitosa fuga nei boschi. Sul posto intervenivano altri equipaggi delle Volanti e della Squadra Mobile che battevano, purtroppo senza successo, il parco del Ticino. Sull’auto venivano rinvenute numerosi attrezzi ed altri oggetti utilizzati per forzare porte e fare effrazioni in abitazione. I due ladri, quindi, erano certamente ad Oleggio e più in generale nell’Ovest del Ticino per commettere reati contro il patrimonio. I controlli, in particolare con auto in borghese, soprattutto in orario serale e notturno, continueranno e verranno ulteriormente intensificati.