Passaggio di consegne all’Avis di Pella

Condividi sulla tua pagina social

Ferlaino lascia la presidenza, al suo posto il giovane Poletti. A fine novembre gemellaggio con l’Avis di Nocera Terinese (CZ)

Passaggio dei registri fra il vecchio presidente avis Giovanni Ferlaino e il nuovo Nicolo PolettiDopo i festeggiamenti per il 50esimo anniversario di fondazione della sezione pellese dell’Avis, era nell’aria il passo indietro del presidente Giovanni Ferlaino in favore di giovani capaci di portare avanti i valori che l’associazione dei donatori di sangue è promotrice. Così è avvenuto. Ferlaino pur rimanendo nel Consiglio di sezione ha lasciato l’incarico di Presidente in favore di Nicolò Poletti classe 1986. «Ho dato molto a questa sezione perché credo nei suoi profondi valori – ha dichiarato Giovanni Ferlaino – dopo 16 anni però vi era la necessità di dare spazio ad altri. Con il Consiglio c’è sempre stata chiarezza sulla necessità di un’alternanza e così è stato. Nicolò è un ragazzo ha accolto questo incarico con il cuore, sente l’importanza dei valori dell’Avis, è un giovane che ha forte capacità di creare gruppo è dinamico e capace». Per Ferlaino è il momento dei bilanci. «In questi 16 anni abbiamo fatto tanto per l’Avis di Pella e l’Avis in generale. Oggi siamo 88 donatori, per una piccola sezione come la nostra sono numeri importantissimi. A questi vanno aggiunti tutti quelli che hanno lasciato per raggiunti limiti di età o che non possono più donare per motivi di salute. Abbiamo lavorato tanto su coloro che erano stati depennati e che non avevano una motivazione di salute per non andare a donare il sangue. Colgo anche l’occasione per ringraziare tutti coloro che sono stati avvicinati all’Avis da noi e, pur essendosi trasferiti in un altro paese, sono rimasti con la nostra sezione. Oltre che sui donatori abbiamo lavorato per lasciare segni tangibili della nostra attività: un monumento a Pella, una targa ad Alzo e l’intitolazione di una piazza ai Donatori di sangue in località San Filiberto. Chiaramente questi risultati non dipendono solo dal mio operato ma anche e soprattutto dall’attività di tutto il Consiglio che ha lavorato molto in questi anni e che ringrazio di cuore. Non lascerò l’Avis e non lo farò mai, sarò presente per consentire al meglio il passaggio di consegne e poter così essere disponibile a dare una mano. Sono davvero contento di lasciare la carica di presidente dopo aver festeggiato il 50esimo anniversario della sezione». «Mi sono avvicinato all’Avis dopo che Ferlaino mi ha contattato – racconta Nicolò Poletti neo presidente della sezione Avis di Pella – mi ha accompagnato a fare la prova e in questi anni ho compreso quelli che sono i valori che accompagnano questa associazione. Inizialmente ero un po’ titubante sulla possibilità di assumere l’incarico di presidente, ma sono stato poi rassicurato sulla possibilità di essere affiancato e procedere passo dopo passo. Giovanni è sempre vicino a me, devo ancora comprendere alcuni meccanismi, ma sono sicuro che con l’aiuto di tutti riusciremo a superare questa fase di trapasso. L’obiettivo che ci siamo posti in questa prima fase, è quello di partire con calma e mantenere tutto quello che è stato fatto fino ad adesso. Benché siamo una sezione piccola abbiamo numeri importanti. Un po’ alla volta cercheremo di migliorarli».

Fra le prime attività che dovrà affrontare il neo presidente Poletti quella di un gemellaggio con l’Avis di Nocera Terinese, paese in provincia di Catanzaro da cui sono emigrati molte persone per trasferirsi proprio nel paese di Pella. Già in passato, con i sindaci Meloda e Motta c’era stato uno scambio di visite. Nel week end a cavallo fra la fine di Novembre e l’inizio di dicembre (30-11/1-12) una delegazione pellese si recherà a Nocera Terinese.