“Per quei bimbi di #Malindi Rita #Fossacca faceva di tutto, mai lamentava di essere stanca”, ci spiega Jacinta Kimani Jacie Kim in un’esclusiva dichiarazione.

Condividi sulla tua pagina social

Jacie KimLa signora Jacie Kim, amica della dottoressa Rita Fossaceca uccisa in un agguato per un tentativo di rapina in Kenya, ci confida quanto di seguito riportato. Cittadinovara.com la ringrazia per aver avuto la forza di aprirsi al dialogo in un momento per lei devastante, considerata la fraterna amicizia con la concittadina assassinata.

“Non voglio credere che Rita non ci sia più, l’ho conosciuta nel 2008 quando frequentavo uno stage presso l’Ospedale Maggiore della Carità di #Novara. Da allora siamo rimaste grandi amiche a prescindere se ci si vedesse in #Kenya o in #Italia, ogni momento era buono per incontrarsi, ci volevamo tanto bene. Abbiamo collaborato in svariate circostanze, specialmente presso la struttura ospedaliera di Malindi ove, ogni anno, Rita veniva ad offrire servizio di volontariato in ausilio ai bambini handicappati. Ultimamente, anche se mi sono trasferita a Nairobi, appena sapevo dell’arrivo di Rita a Malindi, partivo per andarla a trovare ed è anche capitato di celebrare la Santa Messa insieme ai bambini che curavamo. Ieri sera, ricevuta la triste telefonata di Paola, mi è venuto un fortissimo freddo, sono stata sconvolta da una notizia della quale non sarei mai voluta venire al corrente, tanto da dover indossare una giacca. Quante cose ci siamo dette con Rita!

É stata una persona dal  cuore grande. Per quei bimbi di Malindi faceva di tutto, mai lamentava di essere stanca. Era sempre pronta ad aiutare e ad imparare e, quando chiunque avesse bisogno, prestava la sua opera senza risparmiare nulla di se stessa. La nostra amicizia era tale da confidarci le cose più personali. Provo un sacco di dolore in quanto chi pagherà veramente questo assassinio sono tutte le persone bisognose che, ricevendo l’aiuto che Rita riusciva a mettere a disposizione, adesso ne pagheranno le conseguenze e gli effetti negativi ricadranno proprio sul bene che  Rita riusciva a donare. Era una un medico in gamba. Solo con l’aiuto di Dio i progetti che lei voleva veder crescere con tanto entusiasmo, potranno essere compiuti fino in fondo, confidiamo in LUI. Riposa in pace amica mia, sarai sempre nel mio cuore.”