PESTATO BENZINAIO NOVARESE

Condividi sulla tua pagina social
benzinaio
benzinaio
«Mi hanno aspettato sotto casa, cercavano i soldi ma poiché non ne avevo mi hanno riempito di botte e sono scappati con il cellulare e le chiavi della macchina». Inizia così il racconto di Sandro Osella, 50enne gestore del distributore Agip situato sulla strada che collega Trecate a Romentino, che giovedì sera, poco dopo le ore 20, è stato aggredito da due uomini armati di pistola e con il viso travisato da sciarpe e passamontagna, sotto casa in via Righi a Novara. Sull’episodio stanno indagando i Carabinieri. «Erano due giovani, probabilmente italiani, uno forse un ragazzino. Mi hanno preso alla sprovvista spingendomi nel garage di casa. Inizialmente ho pensato di reagire, di difendermi ma poi, vedendo le armi e il loro comportamento molto esagitato, ho preferito non tentare alcuna resistenza. Mi hanno perquisito e chiesto i soldi ma non ne ho mai con me perché, dopo aver subito un furto nel mese di gennaio di quest’anno, dove mi sono stati sottratti ben 1.500 euro, ho deciso di consegnarli sempre al servizio di sicurezza».