Pogno (No) – Gestione illecita di rifiuti Sequestrata area di due ettari

Condividi sulla tua pagina social

Nel corso di ordinarie attività di controllo su imprese autorizzate alla gestione di rifiuti, Militari della Stazione Carabinieri Forestale di Nebbiuno, nella giornata martedì 02.10.2018, hanno proceduto a sottoporre a sequestro preventivo d’iniziativa un deposito di rifiuti. Il deposito era sito all’interno di un’impresa con sede a Pogno (No).

I militari hanno accertato che, all’interno della ditta, veniva condotta un’attività di gestione di rifiuti all’infuori dei limiti quantitativi per la quale essa era stata autorizzata.

All’interno dell’impianto sono stati rinvenuti ingenti quantitativi di rifiuti su aree esterne rispetto a quelle indicate come aree autorizzate al deposito secondo le prescrizioni dell’autorizzazione ambientale.

All’accertamento della violazione, i Militari procedevano al sequestro dell’area di deposito ed alla contestazione dei reati di illecita gestione dei rifiuti ed inosservanza delle prescrizioni dell’autorizzazione ambientale. Il sequestro, convalidato nei giorni scorsi dal G.I.P. di Novara, è stato disposto allo scopo di interrompere l’attività illecita ed evitare la sua ulteriore prosecuzione.

L’area sottoposta a sequestro, di circa due ettari di estensione, accoglie rifiuti da demolizione, asfalto e terre e rocce da scavo.

Per i fatti è stato segnalato all’AG, un cittadino italiano residente in provincia, in qualità di responsabile legale della ditta.

Dall’inizio dell’anno sono ben 15 i sequestri effettuati su depositi di rifiuti e più di € 50.000 le contestazioni amministrative elevate per attività illecite in materia di rifiuti.

La soglia di attenzione resta elevate e puntuale l’azione di controllo allo scopo di prevenire ogni forma di illecito a tutela della salute pubblica e dell’integrità ambientale.