Polizia di Stato di Novara attività sul territorio

Condividi sulla tua pagina social

poliziaTenta di sottrarsi ad un controllo della Polizia: arrestato albanese per violazione del divieto di reingresso nel territorio dello stato: a suo carico numerosi precedenti per reati contro il patrimonio ed un provvedimento di estradizione eseguito nel 2010. Investita ragazza in scooter da pirata datosi alla fuga: individuato il mezzo con a bordo un grosso rottweiler. Individuato l’autore deferito per omissione di soccorso; la vittima riporta 15 giorni di prognosi per lesioni multiple.Nella serata di giovedì 20 novembre, in occasione di mirati servizi straordinari di controllo del territorio, personale della Questura, coadiuvato dalle aliquote di rinforzo messe a disposizione dal Reparto Prevenzione Crimine di Torino, hanno individuato un’auto sospetta in questa Via . A bordo della stessa due individui, datisi alla fuga immediatamente.  I poliziotti intervenuti, tuttavia, dopo una caccia che ha coinvolto le diverse pattuglie presenti, serrata ne intercettavano uno, identificato per N. E., nato in Albania il 1.6.1988.  Lo stesso veniva condotto presso gli uffici della Questura per una più compiuta identificazione.  A seguito di rilievi dattiloscopici, si appurava che lo stesso, espulso dall’Italia nel 2011, era tornato nel nostro paese con una identità falsa rispetto a quella con la quale era stato colpito dal predetto provvedimento, con ciò violando il divieto di reingresso nel territorio dello Stato senza autorizzazione ministeriale e conseguente arresto obbligatorio. Convalidato l’arresto, lo stesso è stato posto a disposizione dell’Ufficio Immigrazione della Questura che, dopo la convalida di un ulteriore provvedimento d’espulsione da parte dell’Autorità Giudiziaria, lo ha coattivamente espulso scortandolo presso lo scalo aeroportuale di Malpensa. Sull’autovettura in possesso al medesimo, sono stati rinvenuti e sequestrati monili ed altro materiale provento di furto, con conseguente deferimento dell’albanese anche per il reato di ricettazione. Detta operazione, condotta proprio nell’ambito del rafforzamento delle misure di contrasto ai reati predatori ed ai furti in abitazione, ha consentito di allontanare dal territorio nazionale un soggetto gravato da numerosi precedenti di polizia per i reati in parola. Alle ore 20 circa di domenica 23 c.m., una ragazza di Novara del 1985 veniva travolta da un’autovettura mentre rincasava in casa a bordo del proprio motoveicolo nei pressi di questa Via Monte San Gabriele. L’investitore, anziché soccorrere la malcapitata, si dileguava immediatamente nonostante la gravità del fatto.  Intervenuta la Polizia sul posto, dopo i primi soccorsi prestati con il repentino arrivo del 118, le Volanti della Questura iniziavano le ricerche in zona, rinvenendo il veicolo coinvolto nel sinistro abbandonato in Via Juvarra. A bordo del mezzo gli agenti trovavano un grosso rottweiler, legato con il guinzaglio alla leva del freno.  Affidato il cane agli enti preposti, esperiti i rilievi sul mezzo, nell’arco di 12 ore si è potuto risalire all’identità dell’investitore, una donna di Novara del 1962, denunciata per omissione di soccorso ed abbandono di animale e per i reati connessi alla violazione del Codice della Strada.  La stessa risultava già destinataria di provvedimento di sospensione della patente e guidava un veicolo intestato a soggetto deceduto e sprovvisto di copertura assicurativa.  La Polizia Locale è intervenuta per i rilievi relativi alla dinamica del sinistro sulle cui responsabilità, tuttavia, non risultano dubbi.