Polizia di Stato di Novara : evade dai domiciliari per rubare un cellulare in un locale. Arrestato dopo aver fatto rientro a casa: la polizia lo trova in pigiama ma le indagini lo inchiodano

Condividi sulla tua pagina social

poliziastradaleAlle 02.05 circa di ieri, una pattuglia della Polizia di Stato è intervenuta in via Gnifetti, presso il locale notturno LOLLIPOP per il riferito furto di un telefono cellulare di ultima generazione.

Visionate le immagini interne, si poteva riconoscere un noto pregiudicato della città, del 95, L.A., sinti di origine polacche, non nuovo a reati del genere che, approfittando della distrazione del personale del locale, sottraeva il telefono di una commessa.

Da accertamenti, si apprendeva che il soggetto risultava gravato da misura cautelare degli arresti domiciliari, evidentemente elusi nel caso di specie.

La pattuglia si portava immediatamente presso l’abitazione del soggetto che, dopo tanta insistenza dei poliziotti, apriva facendosi trovare in pigiama.

I poliziotti intervenuti, tuttavia, non persuasi dalla messa in scena, perquisivano tutta l’abitazione, trovando sul balcone gli abiti che il soggetto aveva indossato per recarsi nel locale.

Non veniva trovato il telefono rubato, probabilmente già ricettato dal reo.

Lo stesso veniva condotto in Questura per gli atti di rito e deferito in stato di arresto per il reato di evasione.

In sede di giudizio direttissimo, è stato oggi condannato a 5 mesi e dieci giorni di reclusione, pena sospesa, e ricondotto ai domiciliari.

Lo stesso era già ristretto agli arresti domiciliari dalla fine di giugno per altro reato.

Alle 15 odierne, la polizia lo ha ricondotto in casa.