Polizia di Stato Novara: operazione “fuoricampo”, tre arresti

Condividi sulla tua pagina social

DSC_0100La Polizia di Stato ha eseguito tre fermi di polizia giudiziaria a carico degli individui sospettati per il tentato omicidio di S.E., co-titolare di un night club di Gionzana (NO), colpito alla testa e al corpo con sbarre e altri strumenti atti a offendere nella notte fra il 4 e il 5 marzo scorso.

L’operazione “fuoricampo” è stata condotta a conclusione di un’articolata attività d’indagine condotta dalla Squadra Mobile di Novara che ha acconsentito di identificare e localizzare i responsabili della violenta aggressione.

Nella mattinata di sabato scorso personale della Squadra Mobile di Novara unitamente a personale della Squadra Mobile di Bologna ha fatto irruzione in un appartamento ubicato nell’hinterland del capoluogo emiliano ove si erano nascosti tre immigrati clandestini, gravati da precedenti e conoscenti della vittima. Sul luogo dell’arresto anche altri sette soggetti.

L’aggressione sarebbe stata pianificata a seguito di un banale diverbio e portata a termine con estrema determinazione e crudeltà, nonché in modo insidioso al fine di mettere la vittima in condizione di non potersi difendere.

Subito dopo l’aggressione, i tre, consapevoli del rischio di poter essere identificati in breve tempo, sono fuggiti dal territorio novarese e si sono rifugiati in un appartamento di San Lazzaro di Savena (BO), ospitati da alcuni connazionali.

Le indagini prontamente attivate sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Novara hanno però permesso di ricostruire quanto avvenuto, di raccogliere gravi indizi di reità a carico dei tre individui, e di localizzarne il nascondiglio.

Il fermo è stato convalidato dal GIP di Bologna che ha disposto l’applicazione della custodia cautelare in carcere per tutti e tre gli indagati.