Polizia provinciale: il controllo lungo le strade del novarese prosegue

Condividi sulla tua pagina social

Proseguono i servizi di supporto alle forze dell’ordine nelle attività di controllo sul territorio da parte della Polizia della Provincia di Novara.

<<Tra gli obiettivi – spiega il consigliere delegato alla Polizia provinciale Andrea Bricco – c’è quello di verificare gli spostamenti delle persone e accertare che questi rispondano sempre ai requisiti previsti dal decreto, ovvero i motivi di lavoro, di salute, di urgenza e indifferibilità e di necessità. Dopo i controlli sulla Provinciale 15 in territorio del Comune di Carpignano Sesia, sulla Statale 32 in territorio del Comune di Bellinzago Novarese, sulla Provinciale 18 che congiunge il Comune di Mezzomerico con quello di Suno, sulla Provinciale 6 tra il Comune di Sozzago e il Comune di Terdobbiate, i nostri agenti hanno opertato, il 18 marzo, sulla Strada provinciale 299 in territorio del Comune di Briona, all’altezza della rotoda di Prhm dove sono state controllate 17 persone, il giorno seguente, sul ponte sull’Agogna sula Strada provinciale 78 in territorio di Vespolate, hanno verificato la posizione di sei automobilisti. Il 20 marzo ci sono stati due controlli sulla Strada provinciale 4/II in territorio di Cameri, con il controllo complessivo di 20 persone. Il 21 gli agenti si sono mossi sulle Strade provinciali 47 in territorio di San Maurizio d’Opaglio e 41 in territorio di Cavallirio: dodici gli automobilisti in transito controllati. Il 23 marzo sono stati fermati undici automobilisti in transito sulla Strada provinciale 14 in territorio di San Pietro Mosezzo, nei pressi di viale dell’Industria. Il 24 marzo la Polizia provinciale ha lavorato sulla Strada provinciale 527 in territorio di Oleggio, fermando 9 persone, e sulla Strada provinciale 211 in territorio di Vespolate, dove hanno verificato la posizione di quattro automobilisti. Infine, il 21 marzo, sulla Strada provinciale 17 in territorio di Barengo, dove è stata fermata una sola persona. Il nostro lavoro – conclude il consigliere Andrea Bricco – proseguirà anche nei prossimi giorni sia con questo genere di attività, sia anche con l’ausilio del drone per verificare eventuali assembramenti in luoghi isolati, come avvenuto ieri e oggi a Castelletto Ticino e a Novara>>.