Provincia e Fondazione Comunita’ Novarese contro il disagio sociale

Condividi sulla tua pagina social

Un momento della conferenza stampa

BANDO DEFINITIVO

Presentato oggi in Provincia il Bando per Microerogazioni a favore di progetti proposti da Associazioni di Volontariato iscritte al Registro del Volontariato della Provincia di Novara.

Il bando è promosso dall’Assessorato alle Politiche Sociali della Provincia di Novara, e dalla Fondazione Comunità del Novarese ONLUS con l’obiettivo di finanziare a progetti mirati al sostegno di soggetti in situazione di disagio sociale.

Si tratta di un’iniziativa – spiega l’Assessore provinciale alle Politiche Sociali Annamaria Mellone – condivisa fin dall’inizio con la Fondazione, che offre uno strumento operativo alle Associazioni per far fronte all’attuale situazione di crisi. Un progetto pilota che fa rete e ottimizza le risorse che purtroppo sono sempre più limitate. Una garanzia per Enti e privati di finanziare progetti reali e condivisi sul nostro territorio.

 L’importo totale del bando ammonta a € 25.000.00. Il costo di ogni singolo progetto presentato dovrà essere compreso tra un minimo di € 1.250,00 e un massimo di € 5.000,00 IVA inclusa.

Il Presidente della Fondazione, il Sen. Ezio Leopardi, sottolinea: “Abbiamo condiviso da subito la proposta della Provincia per agire in modo organico. Sono micro erogazioni, ma è molto importante che non vadano sprecate. Le nuove ristrettezze economiche impongono la focalizzazione di finalità concrete, misurabili, che sappiano raccogliere anche i fondi e la fiducia dei cittadini, garantiti dalla Fondazione.”

Le domande dovranno essere presentate entro il 31 ottobre p.v.  direttamente alla Fondazione Comunità del Novarese ONLUS tramite la modulistica scaricabile dal sito http://www.fondazione.novara.it

L’Assessorato alle Politiche Sociali della Provincia – riprende l’assessore Mellone – si è già attivato con i suoi interlocutori istituzionali per dare più diffusione possibile al bando, mettendo a disposizione anche lo strumento della Consulta Provinciale del Volontariato”.

I contributi concessi, per ogni singolo progetto, non potranno superare l’80% del costo complessivo del progetto medesimo. Entrambi i partner si adopereranno per pubblicizzare i progetti selezionati al fine di promuovere a favore degli stessi la raccolta di donazioni da parte di privati cittadini, imprese, Enti e istituzioni.

Non basta più – conclude il Direttore operativo della Fondazione, Gianluca Vacchini, – fare rete tra enti erogatori, ma anche le associazioni devono lavorare insieme per realizzare proposte sempre meglio articolate, efficaci ed efficienti, che rispondano alle esigenze del territorio e della sua società.”