Rientrate a casa una ventina di famiglie residenti nel condominio coinvolto dal crollo dei balconi in via Biroli. FOTO

Condividi sulla tua pagina social

IMG_1901Per tutto il giorno la macchina dei soccorsi ha continuato incessantemente a rimuovere le macerie prodotte dal crollo dei balconi del condominio sito in via Biroli,1 a Novara. I Vigili del Fuoco non si sono fermati un attimo nel distaccare pezzi pericolanti dalla facciata e rimuovere detriti di ogni tipo dal cortile dello stabile. Il personale sanitario del 118 ha supportato gli ingressi dei residenti all’interno delle proprie case nel tentativo di portar fuori effetti personali e preziosi. Polizia di Stato, Carabinieri, Vigili Urbani e Protezione Civile del Gruppo Scorpion Novara hanno lavorato in sinergia per garantire supporto ai poveri condomini in attesa di avere notizie sul dove passare la notte. Intorno alle ore 17.00, tecnici specializzati e personale preposto hanno verificato la stabilità della struttura fornendo poi la notizia che i residenti della “scala B”, potevano tranquillamente riprendere possesso delle proprie abitazioni. Il Sindaco Alessandro Canelli in prima linea nel seguire passo passo gli step sopracitati si è impegnato a dialogare con i cittadini presenti per aiutarli risolvere ostacoli abitativi. Non sono mancati i malori dovuti probabilmente allo stress e la stanchezza ad un paio di cittadini in attesa di avere notizie sull’immediato futuro, in piedi dalla mattina lì davanti. Soccorsi dal massiccio numero di sanitari presenti, non è stato necessario il ricovero al Pronto Soccorso cittadino. Sono rimasti sotto sequestro soltanto gli appartamenti i cui balconi sono stati causa della giornata infelice vissuta dai concittadini coinvolti.

IMG_1902 IMG_1901 IMG_1900 IMG_1899 IMG_1898_modificato-1 IMG_1897 IMG_1896