Rugby C2 : Novara Cadetta 3 – Gattico 20

Condividi sulla tua pagina social
Stefano Paracchini - Allenatore Amatori Rugby Novara

Stefano Paracchini – Allenatore Amatori Rugby Novara

Il pesce matsugoru vive nel fango delle spiagge giapponesi : bravo a mimetizzarsi e a rintanarsi al minimo allarme, viene preso all’amo al volo da abili pescatori che lo avvistano con occhio esperto. Così la cadetta perde anche il derby di ritorno disputatosi nel pantano amazzonico del Comunale di Gattico dove i nostri rimangono nascosti come il pesce nipponico e vengono allamati nelle tre occasioni in cui mostrano il fianco. I locali si impongono per il maggior peso in mischia e per aver fatto bene due delle tre cose che si devono fare in queste condizioni climatiche: conquista territoriale e cassaforte in rimessa laterale. La terza è la disciplina, arte in cui le due squadre si sono equivalse, anche se il Novara ha commesso dei falli inopportuni , non sempre ben fischiati dall’arbitro, in fasi di gioco determinanti per l’esito del punteggio. Novara in formazione tipo con Ventruto in prima linea e Verrrastro in mediana con il sodale Cravini. Debutto in maglia azzurra del neo acquisto Bottero , ottima la sua prova in terza centro.  Pronti via e Ventruto inizia la sua performance concedendo un calcio di punizione al 1’ (saranno poi 4 a suo carico nel corso del match) che porta il Gattico a lanciare una touche a pochi metri dalla meta del Novara. Difesa a terra decisamente da rivedere e comoda cassaforte del Gattico oltre la linea. Il Novara non ci sta e cerca il contrattacco generosamente, ma con poca lucidità . Con il fango che si attacca ovunque è difficile giocare al largo in maniera vantaggiosa e le pur lodevoli iniziative su Tromellini jr e Ricotta non hanno esito: ben più conveniente sarebbe il gioco al piede lungo o in alto , ma Cravini non riceve. Comunque il pacchetto di mischia regge sia nel gioco statico che in quello dinamico e riesce a portare la minaccia in area avversaria. Purtroppo la nostra cassaforte non è così efficiente e la qualità dei passaggi dei mediani non è delle migliori per poter andare al bersaglio grosso. Al 14’ Cravini sbaglia un piazzato. Seguono ancora tentativi impostati da Bottero e Mazzotti che non hanno effetto. Si arriva così al 30’ in cui un fallo di Medda in fase di possesso palla ( a lui e a Ventruto il palmares dell’indisciplina) consente al Gattico di andare ancora in touche e di segnare la meta ancora su cassaforte. E’ il momento migliore dei padroni di casa che poco dopo riescono ad aumentare il bottino con un piazzato concesso per lo sfaldamento della nostra mischia ordinata , fase in cui Iadaresta e Ventruto iniziano ad avere delle difficoltà. Per fortuna nei due minuti di recupero del secondo tempo Cravini va a bersaglio su calcio piazzato e fissa il punteggio del primo tempo su un accettabile 13 a 3.  Si riparte con squadre evidentemente stanche e infangate. Il Gattico cerca di chiudere la pratica nei primi minuti e sostanzialmente ci riesce. Ancora indisciplina e replica del film che diventa giallo per l’espulsione temporanea di Maas, autore di un altro fallo sciocco. Ancora touche e tentativo di cassaforte rintuzzata dai nostri . Palla al largo dove il Gattico è in sovrannumero per la mancanza di Medda assorbito nella ruck e meta dei padroni di casa. L’assenza di Maas e l’affaticamento della prima linea tarpano le ali al Novara. Bottero lascia il posto al redivivo Udawala con conseguente spostamento di Medda in terza linea e Verrastro viene sostituito da D’Ettorre. Il rientro di Maas porta Ventruto a terza centro . Il Novara riesce a farsi pericoloso con una incursione di Grassi probabilmente autore di una meta valida che l’arbitro annulla per avanti dello stesso Grassi e da calcio di punizione giocato rapido su Ventruto che arriva a pochi centimetri dalla meta commettendo un altro in avanti. Le emozioni della partita finiscono qui : il fango sempre più pesante fiacca i muscoli e la volontà . Mottini prende il posto di Iadaresta e Genovese sostituisce Mazza. La partita si chiude così sul risultato di 20 – 3 che premia giustamente il Gattico. Il Novara fa due passi indietro rispetto alle precedenti prestazioni contro un avversario alla portata, solo un po’ più lucido e determinato. Man of the match a Mazzotti sceso in campo acciaccato e autore di una prova orgogliosa. Prossimo turno domenica primo marzo in casa contro il Vittuone. Formazione : Iadaresta (Mottini), Grassi, Ventruto, Simili, Tromellini sr, Mazzotti, Bottero (Udawala) , Verrastro (D’Ettorre), Cravini, Moiseev, Medda ,Ricotta,Mazza (Genovese) . Allenatore : Paracchini