SAP Novara: “Festa della Polizia? Così no, grazie!”

Condividi sulla tua pagina social

Il nuovo Capo della Polizia Franco Gabrielli ha fissato definitivamente la Festa della Polizia nella giornata del 10 aprile, per onorare quella data del 1981 in cui venne varata la legge numero 121 che smilitarizzava il Corpo delle Guardie di PS. Si ambiva a una polizia moderna, i cui appartenenti potessero fruire dei diritti sindacali al pari degli altri lavoratori, una polizia proiettata verso le nove mete a cui ambiva l’intero paese. Oggi la Segreteria SAP non ha presenziato alla Festa della Polizia presso la Questura di Novara, a causa del nuovo, ennesimo smacco che i poliziotti di questa provincia hanno dovuto subire. Oggi tanti agenti, che hanno rischiato la propria incolumità, che hanno sacrificato il proprio tempo togliendolo alle famiglie facendo per la collettività molto più del dovuto, che hanno regalato ai superiori importante prestigio utile per le loro solitarie carriere, non sono stati premiati. A differenza di quello che è accaduto negli ultimi decenni in questa Questura e che accade oggi in tutta Italia, il Questore Todaro ha deciso di dare una fredda lettura del motivo per cui il capo della Polizia ha elargito il premio a questi poliziotti, senza chiamarli a ritirarlo; una modalità di “premiazione” davvero inedita. Forse grava sul Questore la paura di incappare in un errore, come nella cerimonia degli Oscar, o forse ritiene che la gratificazione del personale non sia così importante. Ma per le tante moglie che hanno chiesto un girono di ferie dal lavoro per stare affianco al loro marito premiato, per i figli che hanno rinunciato alla scuola per lo stesso motivo, non è stata altro che una becera delusione. L’ennesima.