Sfonda con l’autovettura il portone del Comune di Novara: un gesto estremo di protesta.

Condividi sulla tua pagina social

Sabato 31 luglio 2021, intorno alle ore 13, un uomo a bordo di un’autovettura sfonda il portone principale del Comune di Novara ed anche la porta a vetri ubicata poco più avanti, terminando la corsa prima degli sportelli. Un gesto estremo di protesta relativo a remote questioni legate a presunte ingiustizie rivendica il soggetto il quale, dopo aver commesso tale bravata, si ferma all’interno dell’atrio comunale a sfogarsi con i poliziotti intervenuti. Nessun ferito per fortuna. Il tutto è stato ripreso dalle telecamere di “Onda Novara TV” e visibile sulla pagina Fan Page dell’emittente. Sul posto, oltre la Polizia di Stato, anche i Carabinieri, la Polizia Locale, un’ambulanza del 118 ed i Vigili del Fuoco.

“Ho sentito un botto fortissimo e subito dopo un uomo urlare a più non posso” ci dichiara una passante che aveva assistito alla scena, “mi sono spaventata perchè ho sentito tanto odore di benzina”, conclude la stessa. Durante le immagini di un’intervista rilasciata al quotidiano “La Stampa” in data 31/07/2021 e pubblicata sul sito web, il Sindaco Alessandro Canelli dichiara: “meno male che non si sia fatto male nessuno, il Comune a quell’ora ha delle persone che lavorano in back office e che poco dopo escono. Vedere entrare in Comune una macchina a tutta velocità avrebbe potuto causare una tragedia. Conosciamo la persona che ha compiuto questo gesto folle, così come lo conoscono le Forze dell’Ordine e la Magistratura. Da 15 anni lamenta di aver subito dei torti all’interno di una situazione tra privati, dove non esistono competenze comunali. E’ già stato denunciato da ex amministratori del Comune di Novara. Si tratta di una persona che ha dei grossi problemi”, dichiara Canelli, “dice di non essere mai stato ricevuto invece, io personalmente, ho ascoltato le sue versioni dei fatti prima del covid, anche se è difficile capire, dai suoi racconti, che cosa lamenti. Non è assolutamente vero che non sia mai stato ascoltato”, conclude il Primo Cittadino di Novara. Insomma un brutto sabato per chi passeggiava in centro ed ha dovuto assistere ad una simile bravata.