Sicurezza cittadina: punto di vista del Sindaco Alessandro Canelli

Condividi sulla tua pagina social

«Sicurezza in centro e chiusura dei locali da parte della Questura, io la vedo così: non penso che la chiusura dei locali sia la soluzione a un problema che peraltro si è innescato nelle ultime settimane per una serie di episodi particolari e ravvicinati tra loro. Credo invece che sia opportuno che siano i responsabili di questi fatti, una volta individuati, a essere puniti o che sia loro impedito di ripetere certi comportamenti. Penso anche che si debba incrementare il controllo di certi soggetti e che i gestori degli esercizi debbano prestare maggiore collaborazione alle Forze dell’Ordine che quando intervengono lo fanno in maniera tempestiva ed efficace. Quando si superano certi limiti, il giusto e sacrosanto diritto al divertimento diventa altro, ovvero maleducazione e disturbo della quiete pubblica quando non sfocia addirittura in comportamenti delinquenziali. In quel momento, determinati provvedimenti, seppure impopolari, diventano inevitabili. La città deve potersi divertire in modo sano e rispettoso nei confronti di tutti… e delle regole!»