Tav, la vittoria di Fratelli d’Italia: il Consiglio Comunale di Novara vota la mozione di Fdi a stragrande maggioranza

Condividi sulla tua pagina social

Il Consiglio comunale di Novara, nel corso della seduta odierna, ha approvato a stragrande maggioranza la mozione presentata da Fratelli d’Italia per sostenere la continuazione dei lavori della Linea Alta Velocità Torino – Lione.

L’accordo di governo tra Movimento 5 Stelle e Lega, infatti, prevede la ridiscussione integrale del progetto, il che può rappresentare un notevole danno economico per l’intera Nazione e un freno allo sviluppo industriale.

L’eventuale blocco dei lavori infatti causerà un isolamento infrastrutturale del Piemonte e di tutto il Nord Italia. Noi invece riteniamo che la TAV sia essenziale per lo sviluppo economico dell’intero Paese e dunque anche del territorio astigiano. Tra l’altro la Torino-Lione costituirà l’arteria attraverso cui passerà circa il 50% delle merci (21 milioni di tonnellate annue stimate) che attualmente transitano lungo l’arco alpino occidentale, con una conseguente riduzione del traffico autostradale ed una significativa diminuzione dell’inquinamento atmosferico generato dai mezzi pesanti su gomma.

Fratelli d’Italia ritiene la continuazione dei lavori fondamentale per lo sviluppo industriale e infrastrutturale dell’Italia e del Piemonte e pertanto ha presentato in tutti i Comuni capoluogo di Provincia della Regione la mozione che oggi è passata in Consiglio Comunale con solo un voto contrario.

A differenza di chi vuole anestetizzare il Paese col metadone di Stato del reddito di cittadinanza, inculcando nei cittadini la cultura del parassitismo, noi sosterremo sempre le ragioni del lavoro e della produzione industriale.

La battaglia tra il parassitismo a 5 Stelle e il produttivismo di cui Fratelli d’Italia è l’alfiere passa anche dalla TAV: pertanto siamo orgogliosi della vittoria ottenuta oggi e continueremo a sostenere la TAV sapendo di avere dalla nostra parte la maggioranza dei novaresi e di tutti gli Italiani.

Cogliamo l’occasione per ribadire che stiamo convintamente dalla parte dei lavoratori e non dei teppisti e vogliamo esprimere solidarietà agli operai e alle Forze dell’Ordine che sono stati vittime di aggressioni da parte degli attivisti No-TAV.