Una casa pediatrica a misura di bambino

Condividi sulla tua pagina social
 Sen. Elena Ferrara

Sen. Elena Ferrara

“Non chiamatelo ospedale, ma Casa Pediatrica”, così il primario Luca Bernardo definisce il nuovo reparto di pediatria dell’Azienda Ospedaliera Fatebenefratelli di Milano. Una struttura nuova e innovativa, pensata a misura di bambino, che nel giro di poche settimane accoglierà i primi piccoli pazienti. L’area, circa 1.600 metri quadrati, 900 dei quali dedicatialla degenza, è stata presentata nell’ambito di un evento benefico lo scorso lunedì 20 ottobre. All’iniziativa è intervenuta la Senatrice Elena Ferrara, in qualità di referente per il cyberbullismo presso la Commissione Diritti Umani di Palazzo Madama. “Da circa un anno – commenta la parlamentare novarese – collaboro con il Dott. Bernardo sul fronte del disagio giovanile, per cui la Divisione pediatrica rappresenta un riferimento a livello nazionale grazie all’attivazione del primo Centro dedicato in Italia, con particolare attenzione ad abusi, dipendenze, devianze, bullismo e cyberbullismo“. Episodi in forte aumento, la cui portata non sempre viene correttamente percepita in ambito familiare o scolastico. Disturbi che colpiscono bambine e bambini di ogni fascia sociale e sempre più in tenera età. “Per intervenire su una tematica così importante – continua la Senatrice Ferrara – il Fatebenefratelli si è affidato alla tecnologia e alla funzionalità di una struttura aperta ai cittadini e al territorio”. L’evento inaugurale ha visto la partecipazione di Michelle Hunziker (a sinistra con Elena Ferrara e Donata Berger), in qualità di madrina d’eccezione, accompagnata dal marito, Tommaso Trussardi. A pochi giorni dalle nozze hanno voluto “sposare” il progetto “Arte come Terapia”, ideato da Donata Berger e promosso daGabriella Magnoni Dompé, con il patrocinio di Comune di Milano e Comitati Expo 2015: ventuno artisti e designer hanno realizzato gratuitamente un’opera in ogni stanza. Una sorta di «galleria permanente», aperta in anteprima per una serata dedicata alla raccolta dei fondi necessari a completare l’arredo di quello che già in molti definiscono un fiore all’occhiello della Milano che verrà. “Diritti dei minori, educazione alle arti e sicurezza in rete sono temi strettamente “connessi” in un sistema sempre più integrato tra servizi educativi, sanitari e socio-culturali”, aggiunge Ferrara. Tra i presenti anche una delegazione di Telefono Azzurro, impegnato da sempre a tutela dei diritti dell’infanzia. “Con loro – commenta il Dott. Luca Bernardo – è allo studio un progetto di collaborazione, a partire dai tanti contenuti e servizi che la Casa pediatrica potrà garantire nel tempo alle famiglie, alle scuole, agli studenti e, naturalmente, ai bambini”. Una concetto moderno di pediatria, aperta alla collaborazione trasparente con i privati, capace di mettere in rete più competenze a beneficio della cittadinanza. “Con la Senatrice Ferrara – conclude Bernardo – condivido lo spirito di servizio che deve contraddistinguere chi opera nel pubblico e la grande attenzione a tutti i fenomeni che mettono a rischio i nostri giovani, a partire dal cattivo utilizzo del web, le cui conseguenze sono più gravi di quanto non si possa immaginare”.