Viola e quel gol alla Rigoni

Condividi sulla tua pagina social

Di Alessandro Berardi

Di solito, quando ci si ritrova davanti a vere e proprie prodezze balistiche, è oramai nostra consuetudine, ribattezzarle “alla Maradona”, “alla Del Piero”, ecc…

Non fa eccezione il gol “alla Rigoni” realizzato recentemente dal centrocampista del Benevento Nicolas Viola.

Molti di voi si staranno giustamente chiedendo: perché gol alla Rigoni? Dunque, per fare un po’ di chiarezza, dobbiamo tornare indietro di qualche anno: era il 5 giugno 2011 e al “Silvio “Piola” di Novara si stava giocando la gara di ritorno dei play-off di Serie B tra il Novara e la Reggina. Mancavano pochi minuti alla fine e la formazione amaranto era in vantaggio per 2-1. I giochi sembravano già finiti, ma quando hai in campo un giocatore come Rigoni, puoi aspettarti di tutto. Quel destro al volo, oltre l’area di rigore calabrese, una rete semplicemente da spot per il calcio. Grazie a quell’eurogol, Rigoni ha preso per mano il suo Novara, trascinandolo in quella finale play-off con il Padova, dalla quale abbiamo staccato il pass per la Serie A. Dopo 55 anni il Novara era finalmente tornato a casa.

Oggi nella massima serie non c’è la formazione azzurra, ma alcuni ex : Dell’Orco (Sassuolo), Faragò (Cagliari), Faraoni (Crotone), Galabinov (Genoa), Meggiorini (Chievo Verona), Tozzo (Sampdoria), Vicari (Spal) e Viola (Benevento). Quest’ultimo, con la maglia dei sanniti, si è reso protagonista di una doppia soddisfazione in un’unica gara: primo gol in Serie A ai danni del Crotone (per lui, nativo della provincia di Reggio Calabria, ed ex prodotto del vivaio della Reggina, quella rete profumava di “derby”). Anche lui, come Rigoni, per fare male al portiere avversario scelse il tiro dalla distanza (deviato dal difensore dei pitagorici Faraoni, altro ex azzurro). Viola in comune a Rigoni (e al Novara), non ha all’attivo solo un gol realizzato ad una formazione calabrese: anche lui centrocampista dalle buone abilità nei passaggi e nei calci piazzati, 55 presenze dal 2015 al 2017 in Serie B con la maglia del Novara (come gli anni che gli azzurri mancavano dalla A), condite da 6 gol (gli stessi che ha realizzato Rigoni nella stagione 2008/2009 in Serie C con la maglia della Ternana, formazione dove ha militato pure lo stesso Viola).

La “favola” Benevento non poteva che contenere un altro colpo di scena nel corso della sua avventura in campionato: il primo gol di Viola appunto, uno che in Serie A con la sua Reggina prima, ed il Palermo dopo, non aveva mai trovato la via della rete.