Visita guidata ai campi di riso

Condividi sulla tua pagina social

I premiatiNonostante le difficoltà economiche derivanti dalla riforma in atto e per i mancati o ritardati trasferimenti di risorse dallo Stato e dalla Regione Piemonte, la Provincia di Novara,  in collaborazione con l’Ente Nazionale Risi Novara ha organizzato, nella giornata di giovedì 4 settembre,  la 27^ visita guidata ai  campi sperimentali di riso (una quarantina i nuovi cultivar) in aziende agricole risicole  del territorio.

Durante la visita guidata i tecnici dell’Ente Nazionale Risi e del Settore Agricoltura della Provincia hanno illustrato i campi sperimentali, le rilevazioni e i dati tecnici per verificare l’adattabilità ambientale delle varietà di recente costituzione e in corso di diffusione.

Il Commissario della Provincia di Novara Luca Bona, nel portare il saluto ai convenuti, nell’incontro conclusivo della giornata alla Cascina Motta di San Pietro Mosezzo, ha voluto sottolineare che <<La visita ai campi sperimentali che precede di qualche settimana la trebbiatura 2014, è importante e significativa perché il territorio novarese ha una vocazione alla coltivazione del riso, per una superficie coltivabile di circa 33 mila ettari>> ha poi continuato << La risaia non è solo produzione, ma elemento caratteristico di parte del paesaggio Novarese tanto da costituire un ecosistema di avanguardia >> concludendo con l’affermazione << E’ auspicabile che il prossimo Piano di Sviluppo Rurale 2014/2020 supporti maggiormente la zona risicola, oggi parzialmente trascurata>>, nella speranza <<che i Piani di miglioramento siano meno vincolati così da evitare lungaggini burocratiche presso la Comunità Europea >>.

Nel corso  dell’incontro; sono state consegnate, come da tradizione, le pergamene celebrative, come riconoscimento per chi ha collaborato, collabora, promuove e sostiene la risicoltura del Novarese: il Consorzio Provinciale per la difesa delle colture agrarie dalle avversità atmosferiche “Novara Uno” nella persona del Presidente pro tempore Diego Bertolone con il suo predecessore Giancarlo Boieri; il Consorzio Interprovinciale per la difesa delle colture agrarie dalle avversità atmosferiche “Novara” nella persona del Presidente pro tempore Giuseppe Rosso con Carlo Tega; Azienda Agricola “Fabrizio Rizzotti”; Azienda Agricola “Pacifico Crespi”; Azienda Agricola “Adelio Grassi”; Giancarlo Tacchini; Giuseppe Ferraris e il Consorzio per la Tutela del Formaggio Gorgonzola con il vicepresidente Fiorenzo Rossino.

Tra i presenti gli eurodeputati Lara Comi e Alberto Cirio; l’Assessore all’Agricoltura della Regione Piemonte Alberto Ferrero; il consigliere regionale Diego Sozzani; il direttore generale dell’Assessorato all’Agricoltura della Regione Piemonte Mauro De Paoli;  il presidente dell’Ente Risi Paolo Carra; il sindaco di San Pietro Mosezzo Mauro De Gregori oltre ai rappresentanti di categoria provinciali Confagricoltura (Paola Battioli), Cia (Manrico Brusita) e Col diretti (Federico Boieri).